La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Breve riassunto storico

L’Ordine templare ha assunto diversi nomi nel passato e nel presente. Originariamente i poveri soldati del Cristo e del tempio di Salomone (Pauperes commilitones Christi Templique Salomonici), nome poi semplificato in Ordine del Tempio di Salomone (Ordine del Tempio) fino al semplice Cavalieri Templari. Sotto l’autorita’ del 49imo Gran Maestro dell’Ordine, Generale Antoine Zdrojewski, OSMTJ, cioe’ dell’Ordine Sovrano Militare del Tempio di Gerusalemme, divenne il nome riconosciuto formalmente del moderno Ordine Templare. 

E’ ben documentato il fatto che, a seguito dell’uccisione del 23imo Gran Maestro Jacques de Molay, l’Ordine Templare fu sospeso formalmente da un decreto Papale nel 1312. Quello che e’ meno conosciuto e’ che l’Ordine, sebbene soppresso, non e’ mai stato distrutto. Divenne semplicemente clandestino ed opero’ sotto diversi nomi. 

Circa 393 anni piu’ tardi, nel 1705, Sua Altezza Reale.... , fratello di Luigi XIV, al castello di Versailles, tento’ una formale restaurazione dell’Ordine, scrivendo una nuova regola (statuto) dell’Ordine do’Oriente (conosciuta anche come la “piccola restaurazione dell’Ordine”). Comunque, solo Luigi XIV aveva l’utorita’ necessaria per fare cio’ e tutte le attivita’ dell’Ordine furono nuovamente soppresse per Ordine del Re. 

L’Ordine quindi rimase clandestino fino all’avvento del Primo Impero, sotto il quale l’Ordine d’Oriente, L’Ordine del Tempio, fu nuovamente legittimato dall’imperatore il 4 novembre 1804. Fu il Dr. Bernard Raymond Fabre Plaprat che venne insignito della carica di Gran Maestro del restaurato Ordine Templare come 46imo Gran Maestro, ringraziando molto l’intervento dell’Arcicancelliere Jean-Jacques (presidente del Consiglio, Principe di Francia e Duca di Parma). del 1705 fu adottato formalmente ed e’ rimasto generalmente in forza fino ai giorni nostri con piccoli emendamenti tracciati dal Consiglio Generale dell’Ordine

Lo statuto negli ultimi 200 anni. 

Nel 1892, Josephin Paladan fu il Maestro di entrambi gli Ordini, Rosacruciano e Templare. Tuttavia essendo una persona molto impegnata a corte, la sua attenzione spesso fu deviata altrove. Leopoldo I (Re del Belgio) invece, seguiva i lavori dell’Ordine con molta attenzione. Re Leopoldo, difatti, mando’ il Principe di Chimay e poi il Nunzio dell’Ordine, dal Papa per negoziare la rinuncia alla sospensione dell’Ordine del 1312, ma gli eventi della rivoluzione francese del 1849 hanno sfortunatamente interrotto queste negoziazioni. Nel 1932, Josephin Paladan accetto’ di passare la reggenza dell’Ordine a Bruxelles, incorporando l’organizzazione non a scopo di lucro “Association Belge de Chevaliers de l’Ordre, Souverain et Militaire du Temple”. 

Bisogna dire che l'Italia gia'   

A seguito dell’invasione nazista del Belgio nel Maggio 1940, l’Ordine decise di trasferire i suoi archivi nel territorio del neutrale Portogallo. Tristemente, l’allora Reggente dell’Ordine, Emile Clement Isaac - alias Vandenberg - venne successivamente trovato morto, affogato nella sua macchina ad Antwerp, probabilmente ucciso dai nazisti a causa delle sue origini ebree. 

Alla fine della guerra, al Portogallo venne richiesto di ritornare gli archivi a Bruxelles, ma il Priore del Portogallo, Antonio de Fontes, si rifiuto’ dichiarandosi da solo Reggente dell’Ordine a seguito del trasferimento degli Archivi. Poi nel 1960 trasferi’ la Reggenza dell’Ordine al figlio Fernando. Pero’, in quanto le regole dell’Ordine non riconoscono il diritto di successione, un coro di voci si alzo’ in protesta portando alla convocazione dell’Assemblea Generale del 1970, nella quale fu nominato il Generale Antoine Zdrojewski come 49imo Gran Maestro dell’Ordine. 

Fernando de Fontes, sconfitto ai voti, ritorno’ in Portogallo continuando a rifiutarsi di restituire gli archivi e di riconoscere l’elezione avvenuta all’Assemblea Generale e autoproclamandosi, come suo padre, anche lui Reggente dell’Ordine. 

Questo porto’ all’attuale triste scisma dell’Ordine in OSMTH sotto la Reggenza Fontes, e OSMTJ seguendo la volonta’ Dell’Assemblea Generale e dello Statuto dell’Ordine.

Oggi, 2018, venuto a Mancare Fernando de Fontes, all’apertura del suo testamento, si e’ espressa la sua volonta’ di trasmettere, nuovamente per via dinastica, la Reggenza dell’OSMTH alla figlia. Cosa non accettata da molti Priori dell’OSMTH e che sta creando, di fatto, una nuova scissione e lotte fratricide. 

L'OSMTJ seha seguito la corretta trasmissione dei poteri tra Zdrojevki e Lamirand, mentre alla morte di questi vi e' una confusa situazione tra Pasleau, Van Der Stock e Haimovici. I documenti in nostro possesso e di seguito pubblicati assegnano la reggenza a Haimovici Hastier e sono gli unici di nostra conoscenza che attestino una discendenza diretta da Lamirand in seno all'OSMTJ.

Alcune dissidenze tra lo stesso Hastier e tra il Gran Priore d'Italia Walter Grandis e Van Der Stock, portano alla creazione di diverse diaspore con la sigla OSMTJ, soprattutto in Italia. 

Il rispetto della Regola e dello Statuto, solo puo’ garantire l’Ordine e l’assenza di soprusi.