La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Riteniamo che solo I documenti abbiano il potere di pore fine alle continue diatribe tra gruppi Templari in Italia. Per questo abbiamo inserito con scarni commenti una serie di documenti in nostro possesso, altri li abbiamo scaricati da vari siti internet (ne ringraziamo le associazioni per averli resi disponibili). Ovviamente non si tratta di una raccolta esaustiva e pensiamo che chi ne possegga altri debba volontariamente mostrarli. Ci farebbe molto piacere vedere il documento ove si elegge Pasleau Gran Maestro, da chi fosse firmato (come affermano alcuni), oppure la composizione del Gran Consiglio ai tempi di Van Der Stock e delle sue incomprensioni con Haimovici, o anche dei documenti dell'epoca del Gran Priorato Svizzero. Ad ogni Cavaliere trovare nel suo cuore le risposte.

 Il Nostro fratello Americano Gran Priore T. Bryan ha raccolto alcuni documenti sui cosidetti imitatori dell'OSMTJ che potete trovare qui

https://osmtjirelandpriory.wixsite.com/osmtjireland/o-s-m-t-j-imitators

 

20 Gennaio 1986 successione a Lamirand: Il Maestro Georges Zdrojewski (generale della Resistenza polacca in Francia, decorato da Charles De Grulle) designa il ministro Georges Lamirand a succedergli nella carica

 

 

 

 

18 Settembre 1988 - Nomina di Nicolas Haimovici a Guardiano della fede Templare in sede al Gran Consiglio dell'Ordine con 50° Gran Maestro Georges Lamiran, firmato anche da Van Der Stock come Gran Cancelliere e da Roger Bruchez come Gran Priore di Svizzera.

 

 

 

 

 01 Maggio 1992 elezione di Nicolas Haimovici a presidente del Consiglio di Reggenza, (estratto, nella pagina STORIA il documento completo) firmata da Bruchez, sicuramente parte del Consiglio sotto Lamiran, mentre ci e' ignoto il ruolo degli altri convenuti in rispetto al Consiglio dell'Ordine trasmesso da Lamiran.

 

 

 

 

 

 

 

22 febbraio 1993 - Incarico come amministratore dell'Ordine con carica di Gran Commendatore lasciato da Van Der Stock Senesciallo e Gran Cancelliere dell'Ordine (che si definisce facente funzione di Gran Maestro) A Nicolas Haimovici con validita' fino allo 04/06/1994 per indire un Consiglio di elezione del Gran Maestro

 

 

 

 

5 Ottobre 1993 - creazione del Gran Priorato D'Italia da parte del Gran Cancelliere Van Dr Stock, pensiamo siano di questo tipo le operazioni non riconosciutegli da Haimovici e contestate nella lettera seguente. (ricordiamo che l'Italia era sotto il Gran Priorato Svizzero che aveva regolarmente riconosciuto Haimovici come Reggente dell'Ordine, risulta almeno strana questa decisione che sembra atta a sminuire proprio il Gran Priorato Svizzero, cercando una legittimazione attraverso l'Italia.

 

 

 

15 Aprile 1997 Nicolas Haimovici disconosce Van Der Stock. Firmatari, tra gli altri, Bodrocco Gran Priore di Svizzera, Bagnai Gran Priore di'Italia, Bruchez Gran Priore Onorario di Svizzera, gia' membro del Gran Consiglio dell'Ordine sotto Lamiran (come si evince dai documenti sopra)

 

 

 

 

 

 

 

 

5 Giugno 1999 - Nomina Grandis del titolo di Gran Priore d'Italia, nomina eseguita con sempre solo la firma del Gran Cancelliere Van Der Stock in linea con quanto contestato da Haimovici

 

 

 

 

 

06 Agosto 2005 Espulsione di Grandis (Gran Priore d'Italia) e Taraglio dall'Ordine da parte di Van Der Stock, importante il leggere come egli riconosca i poteri trasmessigli SOLO il 13 novembre 2004 !! (eletto tramite il Consiglio organizzato dallo stesso Grandis con partecipazione quasi assoluta del suo solo Priorato), notare inoltre che la delibera e' fatta da lui solamente senza il Gran Consiglio.

 

 

 

 

 

Forse del Giugno 2005 - Espulsione di Van Der Stock da parte dello stresso Consiglio che lo aveva eletto, e' un peccato che il documento sia stato inserito in modo che fosse illeggibile e quindi senza data certa non possiamo affermare chi sia stato il primo ad espellere l'altro. Un fatto comunque rimane, il Consiglio del Priorato d'Italia non puo' ergersi ad organo internazionale di Gran Consiglio dell'Ordine. Che fine hanno fatto i Consiglieri che lavoravano con Van Der Stock? Chi erano? Domanda che Haimovici si pone anche nella sua lettera.

Sembra che Van Der Stock abbia creato un Priorato a sua immagine, poi abbia eletto in seno ad esso un nuovo Gran Consiglio, si sia fatto eleggere finalmente Gran Maestro, per poi finire in una reciproca espulsione. Questo evidentemente pone in una persona sola Van Der Stock l'intero passaggio delle cariche, senza Gran Consiglio, il che lo pone fuori delle regole di successione dell'Ordine. Questo pur non tenendo conto della nomina di Haimovici.

 

 

 

Riassumendo, oggi Italia abbiamo diverse sigle OSMTJ, Zampolli che rivendica e documenta la discendenza diretta da Pasleau, ma non vi e' nessun documento che attesti una successione tra Lamirand e Pasleau, se esiste che venga mostrato; inoltre il documento di investiture (vedere sotto) reca solo la firma del cancelliere. Sembra che l'elezione di Pasleau sia un motu propri da lui stesso generato raccogliendo alcune alte cariche Templari attorno a lui.

Vi e' poi l'OSMTJ di Grandis che rivendica questa complessa e invero distorta discendenza Van Der Stock, infatti nessun potere e' mai stato passato a livello di Reggenza o di Gran Maestro a Grandis, che se ne e' appropriato espellendo Van Der Stock, non ne conosciamo i motivi e non sappiamo se sia prima stato espulso Grandis.... (cio' non toglie che sia stato uno dei piu' autorevoli Gran Priori in Italia)  Comunque l'operato di Van Der Stock per quasi 15 anni di gestione come Gran Cancelliere, facente funzione di Gran maestro e' perlomeno strana e non riconosciuta dal Gran Priorato piu' importante, cioe' la Svizzera, (terza carica del Gran Consiglio sotto Lamiran) che elegge Haimovici a reggente dell'ordine ben 11 anni prima nel 1994.

Haimovici riceve ben due nomine a Reggente dell'Ordine e espelle dallo stesso,  non con decisione singola ma collegiale, lo Stesso Van Der Stock nel 1997. Penso che sia l'unico caso di doppia espulsione dallo stesso Ordine!

In accordo allo statuto del 1840 derivato da quello del 1705, Il Gran Senesciallo (Van Der Stock), non diviene automaticamente facente funzione di Gran Maestro, a meno di atti che pero' non hanno ad oggi nessun riscontro documentale, inoltre la stessa carica viene da molti ritenuta dubbia. Anche qui dovremmo avere i documenti relativi alla sua elezione.

 

Per completare la legittimazione di Haimovici nei dettagli bisognerebbe avere accesso ai documenti del Gran Priorato Svizzero per capire di chi siano le altre firme sul documento di nomina.

La sua, almeno con i documenti in nostro possesso, rimane comunque la candidatura piu' solida.

 

 

Documento di elezione di Zampolli a Gran Maestro (non si conosce la composizione del Gran Consiglio che lo avrebbe eletto.