La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Sono anni che seguo un cammino di crescita e posso dire di essere figlio d'arte in quanto i miei genitori hanno portato avanti percorsi paralleli ed io ho potuto godere i frutti di un ambiente stimolante e di migliaia di libri ben ordinati e accuratamente catalogati che occupavano buona parte degli spazi in casa.

Ovviamente ho preso direzioni mie e ho viaggiato a lungo per il mondo soggiornando per anni in Cina e Sud Est Asiatico, in Unione Sovietica prima, ed in Russia poi (imparandone anche la lingua), in Iran, Algeria e molti altri paesi meno esotici.

Questo mi ha dato la possibilità di conoscere ed apprezzare diverse culture, diversi stili di vita e anche diversi regimi alimentari. Sono arrivato a capire che il fattore comune è sempre l'essere umano, ovunque io mi trovassi ero sempre circondato dallo stesso bisogno di comprensione, dalla ricerca di un proprio posto nell'esistenza e da anime costrette in vite che non capivano e non riuscivano ad accettare.

Credevo, allora, che avrei potuto fare molto per il dolore che vedevo nel mondo e scelsi di occuparmi di ricerca nel campo elettromedicale riscoprendo vecchie teorie sulla risonanza elettromagnetica.

Ho elaborato macchinari elettromedicali basati sui principi della segmentometria e della bio-risonanza in collaborazione con l'Accademia degli studi di Kiev e con L'istituto di medicina Spaziale di San Pietroburgo, alcuni dei quali presentati dal programma TG2 salute.

Una ricerca personale volta alla crescita in consapevolezza ha continuato a spingermi verso regni del pensiero filosofico, verso meditazioni e pratiche bioenergetiche orientali, verso la riscoperta dei messaggi Cristiani persi nella storia distorta delle religioni.... tutto questo solo per essere rimandato indietro dalla comprensione che le soluzioni dovevano tenere conto della vita moderna, del corpo e non solo dello spirito e della massa delle persone, non dei rari o introvabili illuminati.

Sono ritornato quindi a occuparmi dell'essere umano in senso olistico, cioè cercando di tenere conto di tutti i fattori coinvolti.

L'opportunità offerta dalla comunità Templare risulta essere per me in linea con gli scopi del mio cammino, soprattutto per quel che riguarda lo studio storico-filosofico e la realizzazione pratica di una visione.

Ciò può essere utile per colmare il vuoto che si sente oggi tra la Fratellanza Templare medievale e quella moderna.

Questo scopo di studio spero possa essere in sinergia con gli scopi stessi della fratellanza Templare.

Ritengo inoltre che i Cavalieri Templari siano i Cavalieri di Michele e che portando la croce del Cristo e combattendo per la Vergine siano l'espressione nel mondo del cammino evolutivo di conoscenza e consapevolezza che ricerco e perseguo.

È venuto il momento di scegliere la pillola rossa o quella blu, come nel film Matrix, di operare nel mondo, di mettere in pratica il Credo Templare o di passarvici sopra, di restare nel sogno mortale della Matrix o di svegliarci.

 

Marco Ponzalino

Gran Priore d'Italia OSMTJ

ordinetemplareosmtj@gmail.com

 

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.